La crisi Corona virus fa ritornare il mattone tra gli investimenti favoriti dagli italiani

Spread the love

Con la crisi scatenata dal Corona virus, il mattone torna ad essere uno tra gli investimenti prediletti dagli italiani. Vediamo insieme il perché:

Dato il momento di grande incertezza che stiamo attraversando ormai da molto tempo nato dalla grave crisi pandemica allo scoppiare del Covid-19 nel nostro paese, gli immobili possono rappresentare una valida alternativa d’investimento, e questo perché sono meno soggetti alla volatilità caratteristica dei mercati finanziari. 

Ovvero?

Con volatilità dei mercati ci si riferisce a grandi variazioni dei prezzi in tempi ridotti, in particolare rispetto a variazioni e tempi che hanno storicamente caratterizzato un prezzo. 

Non è una novità che il “mattone”, termine spesso utilizzato per indicare l’immobile e, più in generale, il mercato immobiliare, insieme all’oro e ad altre materie prime, sia spesso associato al concetto di bene rifugio, e in effetti lo è. In particolare, torna ad esserlo in questo momento di crisi non solo sanitaria, ma anche economico-finanziaria dove ad affidare i propri investimenti in questo settore sono anche le banche.

Investimento concreto, duraturo, affidabile

Il “mattone” rimane un investimento concreto, duraturo e affidabile. Affidabile soprattutto se si pensa al fatto che mai come nel periodo pandemico si è riscoperta l’importanza della casa, non solo come edificio fisico ma anche come luogo di accoglienza e di rifugio, nell’accezione reale del termine. 

Ecco che allora il mattone potrebbe essere realmente il bene rifugio per eccellenza, da considerare tra gli investimenti più sicuri e duraturi.

Scommettere nell’acquisto di una casa di proprietà è una soluzione conveniente, e a dirlo sono i dati dell’indice EURIRS, ovvero il tasso interbancario di riferimento per gli istituti di credito e i mutuatari che intendono sottoscrivere un contratto di mutuo a tasso fisso. Questo indice negli ultimi anni è quasi costantemente sotto il punto percentuale, arrivando sotto lo zero nel mese di marzo 2020 e ha dato una spinta importante alle transizioni immobiliari data dai muti ipotecari.

La reazione delle banche

Le banche continuano a investire sul mercato immobiliare e presentano ai clienti prodotti sempre più convenienti, proponendo mutui a tasso fisso con durata trentennale anche sotto l’1%. Durante gli ultimi due anni, alcuni istituti bancari hanno deciso di azzerare gli spread su questi tipi di mutuo, rinunciando anche a guadagnare momentaneamente parte dell’utile. Il motivo è che si considera sempre più il mutuo come un prodotto accattivante con il quale acquisire nuovi clienti. 

Con la garanzia CONSAP, le banche dedicano offerte che finanziano alle giovani coppie il 100% del costo d’acquisto dell’immobile e per coloro i quali non possono accedere a questo tipo di opportunità la copertura può essere pari al 95% del prezzo di acquisto.

La digitalizzazione ha aperto grandi possibilità, tra cui richiedere una consulenza online per analizzare i requisiti di fattibilità del mutuo. Questa operazione può avvenire direttamente da noi, è gratuita, e può avvenire nella “modalità a distanza”, nel rispetto di tutte le fasi del processo.

Scegliere la propria casa online e decidere il metodo di pagamento, è più facile, sicuro e fidato che mai!

CONTATTACI PER SAPERNE DI PIÙ!

Autore: Cosimo Rosafio

Agente immobiliare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *